Unione Europea e Linux: la Strategia Open Source Europea

linux

Strategia Open Source Europea, come si muove con linux?

Nel dicembre 2000, la Commissione Europea ha definito una strategia riguardante l’uso interno del software open source (OSS) che ha creato il contesto per il riconoscimento e l’utilizzo dell’Apache Web Server come soluzione consigliata sui sistemi UNIX. Nel luglio 2003 una versione rivista della strategia è stata presentata al Comité Technique Informatique (CTI), un comitato composto da persone responsabili dell’IT nelle rispettive direzioni generali. Una serie di obiettivi chiari è stata definita e approvata dalla CTI.

Questo approccio ha portato a importanti risultati, il più importante è stato la raccomandazione di Linux come sistema operativo server, l’uso di Apache per alimentare il server europa.eu e l’uso di software open source per i blog e i forum pubblici dei Commissari. Avendo raggiunto gli obiettivi iniziali, la Commissione ha ulteriormente perfezionato e rivisto la sua strategia in linea con i suoi requisiti organizzativi in ​​evoluzione, tenendo allo stesso tempo conto degli sviluppi mondiali nel campo dell’OSS.

La strategia recentemente rivista è stata pubblicata nel 2007 e copriva il periodo 2007-2010. In questo lasso di tempo la Commissione ha conseguito una serie di importanti risultati. In particolare, il completamento e l’approvazione formale della licenza pubblica dell’Unione europea (EUPL), che è ora ampiamente utilizzata all’interno delle organizzazioni pubbliche e dal settore privato.

La creazione dell’EUPL è stata completata dalla fondazione di varie piattaforme comunitarie che supportano lo sviluppo dell’OSS, come l’Osservatorio Open Source e il Repository per le pubbliche amministrazioni europee (OSOR.eu), un’iniziativa pluripremiata, che ospita numerosi progetti e link OSS con piattaforme analoghe delle pubbliche amministrazioni europee.

L’OSOR supporta e incoraggia lo sviluppo collaborativo e il riutilizzo di applicazioni software open source (F / OSS) finanziate con fondi pubblici da utilizzare nelle pubbliche amministrazioni europee. È una piattaforma per lo scambio di informazioni, esperienze e codice basato su F / OSS. Inoltre promuove e si collega al lavoro dei repository nazionali, incoraggiando l’emergere di repository di software open source paneuropei. 

La cosa interessante è che vi sono una serie di distro linux molto interessanti come, per esempio, linux mint che è decisamente uno tra i migliori.